Dating 4 Good

25/08/2014

citizen agency civil society CSR democracy EU good governance impact investing leadership development Networking networks public services Social Business social economy social enterprise social innovation sustainable development welfare reform

Portogallo: l’alternativa all’austerity si è messa in moto

Quando lo scorso gennaio ho incontrato Maria Do Carmo Marques Pinto, non mi aspettavo che la nostra collaborazione sarebbe diventata non solo il mio progetto più importante in questo 2014, ma anche l’occasione di trovarmi in prima linea nella trasformazione economico-sociale di un intero sistema nazionale.

Maria mi ha portato in Portogallo e sta di fatto che il Portogallo è diventato il paese al centro del ciclone per antonomasia. E’ il paese in cui la crisi dell’Europa continua a manifestarsi con enorme virulenza, ma è anche il paese in cui tanto il governo che le forze economiche e sociali  più diverse stanno reagendo con creatività e determinazione, combinando i propri sforzi.

Il lavoro con Maria e Indy Johar (Hub Westmister) è diventato l’occasione di provare che esiste un’alternativa alle politiche di austerity, alternativa che risiede nella creazione di una nuova forma di collaborazione tra governo, imprese, nonprofit e cittadini al fine di dar vita a nuove forme di produzione economica e sociale su grande scala.

[...]

Continua a leggere... | 1 Commento | Tag: , , , , , , ,

06/07/2014

EU impact investing Italy mediterranean Social Business social enterprise social innovation

Europa: facciamo il punto

Il semestre di presidenza e’ cominciato. Renzi ha fatto il suo debutto a Strasburgo con un discorso che non e’ piaciuto a molti… tra i burocrati e i cortigiani. In realta’ in poche parole ha espresso il sentimento dei giovani europei – la generazione Telemaco – che di questa Europa stanca, lenta e invecchiata sono stufi.

E’ ora di reinventare questa Europa che rappresenta il nostro futuro nel mondo globalizzato del XXI secolo. Come procedere? Sicuramente la prossima mossa fondamentale e’ la scelta del Commissario italiano e la definizione del programma della prossima Commissione. Il semestre e’ un’opportunita’ immancabile.

[...]

Continua a leggere... | Nessun Commento | Tag: , ,

14/06/2014

EU european commission impact investing Social Business social economy social enterprise social innovation

How is Brussels going on with the social enterprise agenda?

A friend has just come back from Heraklion (Crete, Greece) where the last meeting of the Commission’s experts in social entrepreneurship gathered for 3 days.

You might wonder why the Commission is spending our taxes to pay for a jolly on the Greek beaches. I’m sure this is music for Euroskeptic as Grillo, Farage and Le Pen. How to blame them. We hope that this is a contribution to the economic recovery of Greece at least.

Here is a genuine report of what happened… toned with an enthusiasm for Brussels’ potential in which I do not believe in anymore unless it goes through a dramatic overhaul.

Enjoy the reading:

[...]

Continua a leggere... | Nessun Commento | Tag: ,

01/06/2014

EU funding impact investing Italy Networking networks public services Social Business social economy social enterprise social innovation sustainable development welfare reform

l’Italia ha vinto le europee. Cogliamo i frutti della vittoria

L’Italia ha vinto le elezioni europee. Ora pero’ non e’ tempo di adagiarsi sugli allori o recriminare. Bisogna recuperare il ritardo accumulato negli anni sviluppando una strategia europea per il paese. Servono politiche per rilanciare lo sviluppo dell’Italia e dell’Europa.

Suonero’ come un disco incantanto ma io punterei su quelle nuove forme di produzione economica e sociale che vanno sotto il nome di imprenditorialita’, innovazione e investimenti sociali.

Nulla di nuovo. Esiste una tradizione secolare in Italia cosi’ come in tanti altri paesi europei.

Anche a Bruxelles queste idee stanno maturando da piu’ di dieci anni. Hanno fatto la loro prima comparsa nelle negoziazioni iniziali per il primo piano di sviluppo economico 2000 -10 (l’Agenda di Lisbona) e  hanno persino acquisito maggiore peso con le tempeste economiche-finanziarie degli ultimi anni.

Pero’ soltanto ora le costellazioni dei diversi calendari politici si stanno per allineare creando il momento perfetto. L’Italia sapra’ cogliere l’occasione?

[...]

Continua a leggere... | Nessun Commento | Tag: , , ,

21/04/2014

EU european commission European third sector impact investing public services Social Business social economy social enterprise social innovation welfare reform

Raccomandazioni a un futuro membro del Parlamento Europeo

Ho pensato di condividere la mia nota a futuro membro del Parlamento Europe. che ne dici?

“Cara Alessia,

Ti mando una riflessione su quelli che dovrebbero essere i punti programmatici dell’agenda sull’innovazione e l’imprendtorialita’ sociali della prossima Commissione Europea e del nuovo Parlamento. Ti aggiuungo un breve premessa per illustrare il commino finora intrapreso e meglio calibrare l’azione futura.

Ovviamente non devo sottolineare a te l’opportunita’ unica che si presenta al governo italiano al quale tra qualche mese tocchera’ la presidenza dell’Unione proprio in un momento cruciale di transizione. E’ un momento perfetto per definire l’agenda  dei prossimi anni e restituire all’Europa la  leadership e all’Italia una leadership nell’Europa.

Ho elaborato questa riflessione granzie agli inputs degli amici della coop Lama (Legacoop) e agli spunti che ho preso da tante conversazioni con italiani e non. Come saprai passo la vita a fare ‘comizi’ in giro per l’Europa :-)

Ovviamente queste sono raccomandazioni a puro titolo personale. Il sistema italiano e’ completamente ingessato e se chiedi indicazioni alle rappresentanze ufficiali otterai le solite banalita’. Di queste chiusure sono vittime i tuoi colleghi del Parlamento Europeo che, nella scorsa legislatura, si sono limitati a difendere interessi acquisiti e pure male se vogliamo prestare fede alla valutazione dei cooperanti e dei dirigenti rimasti in Italia.

Certamente i tuoi colleghi non hanno saputo creare nuove opportunita’ di sviluppo e di lavoro per il pullulare di innovatori e imprenditori italiani che spuntano ovunque come funghi. Tutto grazie alla crisi del lavoro…

[...]

Continua a leggere... | Nessun Commento | Tag: , ,

01/04/2014

EU impact investing Social Business social economy social enterprise social innovation sustainable development welfare reform

Matteo, quale ruolo all’imprenditorialità sociale nel semestre di presidenza europea dell’Italia?

Matteo,

Ci sono centinaia di migliai di ragazzi che guardano all’imprenditorialità’ sociale come a una soluzione per il loro futuro; milioni di Italiani che ne sono in un qualche modo coinvolti e credono che questa visione dell’impresa rappresenti una soluzione per il loro benessere.

Hai inserito l’hai inserita nell’agenda dell’Italia che, tra quattro mesi, si trovera’ alla testa dell’Europa?

Capisco che tu sia molto occupato a smantellare vecchi baracconi statali, a mandare in pensionamento forzato un’intera generazione di burocrati piu’ vecchi degli uffici dove hanno messo radici, e a forzare il paese ad aprirsi  al Ventunesimo Secolo, ma saprai meglio di me che oggi i giochi si fanno a Bruxelles e che l’Italia non puo’ continuare a perdere terreno in Europa.

Usa la carta dell’imprenditorialita’ sociale per rottamare il dibattito sfittico e disarmante sul futuro dell’Europa e ricentrarlo su  un nuovo modello di sviluppo che sia vincete per l’economia, la societa’ e l’ambiente. In fondo questa e’ la filosfia di fondo della strategia economica europea – Europe 2020 – e il sogno di ogni cittadino per se’ e per i propri figli.

L’Italia ha una lunga tradizione che va ben al di la’ dell’interpretazione ottusa di impresa sociale che danno certi tradizionalisti nostrani, ed e’ un pulluare di nuove iniziative. Costruisci su questo quando il paese avra’  in mano le redini della presidenza europea.

Sara’ un momento crtitico e di trasformazione di tutta l’Unione. A Maggio ci saranno le elezione del Parlamento, dopodiche’ tutte le massime cariche nelle istituzioni europee ranno rinnovate. E’ l’occasione  rompere con l’immobilismo degli ultimi anni.

Se riuscirai in questo vedrai che non soltanto gli Italiani, ma tutta l’Europa ti seguira’.

[...]

Continua a leggere... | 2 Commenti | Tag: ,

22/03/2014

EU european commission Italy public services Social Business social economy social enterprise

Italian Social Enterprise: A Missed Opportunity… almost

The Italian government is reviewing the law on social enterprise. The new legislation introduced in 2006 after a long gestation has produced just little more than 700 new enterprises without any noticeable difference to the country.

It’s a failure admitted by all stakeholders and several attempts to change the law have been made in the last two years but without progress.

This time all the circumstances are favorable. The financial crisis of the public sector is forcing the third sector – the main interested party – to look for new solutions. The new government headed by the youngest ever PM is looking  for good news. Finally the attempt to grow a market for public services led by both the EU and G8 is providing the international pressure for the Italians to do their homework.

However it will turn into a trivial exercise if the problem is not properly considered. Not only the agenda of the third sector should define the solution or it will be a missed opportunity for the Italians.

[...]

Continua a leggere... | 1 Commento |

21/03/2014

citizen agency civil society EU european commission impact investing social economy social enterprise social innovation sustainable development welfare reform

Imprenditorialita’ civica: l’esempio di Andrea

Che sorpresa mi ha fatto Andrea quando ho trovato l’articolo su Imprenditorialita’ civica per reinventare  l’Europa che Indy Johar ed io abbiamo pubblicato su E!sharp in gennaio, tradotto e pubblicato nel sul suo blogQui trovi la versione italiana dell’articolo, mentre qui quella inglese.

Questa e’ un’iniziativa spontanea che esemplifica non solo lo spirito .dell’imprenditorialita’ civica che mi sta a cuore, ma soprattutto il valore della produzione di idee e del loro scambio attraverso i confini nazionali per lo sviluppo collettivo. I processi materiali non sono tutto!

Ricambio linkandomi all’ultimo blog di Andrea: Quello che non vorremmo e che invece occorre sapere sui Fondi Europei 2014-2020. Devi leggerlo se ti interessa capire come le amministrazioni publiche si stanno cimentando con le nuove forme di produzione economica e sociale, ovvero la cosidetta innovazione sociale. Andrea e’ lo specialista in Italia!

Continua a leggere... | Nessun Commento | Tag: , ,

11/03/2014

EU european commission funding impact investing public services Social Business social economy social enterprise social innovation

Impresa sociale: terra di mezzo, di tutti, o di nessuno?

L’impresa sociale è una terra di mezzo dove tribù ben distinte e spesso in conflitto stanno convergendo; una terra di tutti dove un legislatore con tendenze staliniste ha l’intenzione di far ricollocare tutti coloro che operano nel sociale vendendo beni e servizi; o una terra di nessuno e  disertata se non per fare cagnara come è successo finora?

Queste sono le domande sul tavolo del gruppo di lavoro sull’impresa sociale riunito ieri, per la prima volta, dall’advisory board italiano della taskforce su social impact investments del G8. E’ un’occasione per allineare il lavoro di revisione della legge italiana sull’impresa sociale che diversi gruppi istituzionali e non hanno portato avanti, e la ricognizione che la taskforce del G8 sta conducendo in tutti i paesi membri per definire le linee di sviluppo del mercato degli investimenti sociali.

Questa volta ci siamo. Le stelle sono allineate in una costellazione favorevole. Il nuovo Ministro del Lavoro Poletti vuole una proposta da presentare al Parlamento, e l’Italia dovrà dare conto dei propri progressi al resto del mondo. Ospiteremo il 28 – 29 Ottobre la riunione di tutti i membri della taskforce e, il 19 – 20 Novembre, la conferenza europea sull’imprenditorialità sociale.

Non c’è più tempo per rimandare. E’ tempo di decidere e agire… anche perché Danilo Giovanni Festa – modello di un’amministrazione pubblica never give up! – ha pure qualche buona idea per la copertura finanziaria della riforma.

[...]

Continua a leggere... | 2 Commenti | Tag: , , , , , , , ,

26/01/2014

About me EU european commission European third sector Italy Social Business social economy social enterprise social innovation

La grande bellezza… di Strasburgo!

Non so perche’ piaccia tanto il film La Grande Bellezza. Mi ha lasciato triste e sconsolato se si considera una metafora della societa’ italiana contemporanea.

L’aspetto che piu’ mi ha colpito e’ che la Roma di Sorrentino e’ una citta’ spopolata come la capitale dell’Impero nel Medioevo. E’ una citta’ senza giovani, ma popolata soltanto da persone di mezza eta’ e vecchi che si comportano come ragazzini sconsiderati. Quei pochi giovani sono succubi dei vecchi e presto sono tolti di mezzo.

Quella di Sorrentino e’ un’Italia senza futuro che vive di nostalgia, rimpianti e che affoga le proprie angosce in feste surreali come i passeggeri del Titanic in attesa del naufragio.

[...]

Continua a leggere... | 2 Commenti | Tag: